G-V2GZKR475Q

Approvata la convenzione tra Provincia di Macerata e Biblioteca Regina Margherita

La Giunta provinciale di Macerata ha deliberato di stipulare una convenzione con la Biblioteca italiana per ciechi “Regina Margherita” di Monza per la trascrizione di testi scolastici in braille e a carattere ingrandito per alunni ipo vedenti o non vedenti che frequentano le scuole nel territorio provinciale.

“La nostra iniziativa – spiega il presidente Antonio Pettinari – vuole essere un intervento finalizzato a rendere effettivo il diritto all’informazione e allo studio dei soggetti disabili, mettendo a disposizione dotazioni didattiche e tecniche in grado di abbattere la barriera posta dalla loro condizione”.

La convenzione, adottata d’intesa con la sezione provinciale di Macerata dell’Unione italiana ciechi, mira a fornire un servizio non di mera trascrizione e stampa dei libri di testo ma nella fornitura di materiale didattico personalizzato e adeguato alle esigenze di ciascun alunno, proprio per garantire una pari opportunità di accesso allo studio.

“Complessivamente – riferisce l’assessore al servizi scolastici, Leonardo Lippi – gli alunni affetti da tali disabilità che frequentano le scuole nella nostra provincia sono 34, compresi alcuni che al momento vanno alla scuola materna e non necessitano di sussidi didattici di questo genere. Per una decina di studenti, soprattutto delle scuole superiori, anziché testi in braillle a carattere ingrandito, saranno forniti testi in digitale da utilizzare mediante computer con traduttore vocale”.

Nell’approvare la convenzione, la Giunta provinciale ha assunto a carico dell’ente un impegno economico di ventimila euro necessario a finanziare i servizi resi dalla Biblioteca “Regina Margherita” di Monza, specializzata in questo settore. La struttura lombarda realizzerà quanto necessario sulla base delle esigenze segnalate e monitorate dall’Unione italiana ciechi di Macerata.

Condividi queste informazioni sui tuoi profilo social!