Manifestazione del 13 dicembre 2011 – Lettera del presidente al Prefetto di Macerata

Egregio Sig. Prefetto,

i non vedenti e gli ipovedenti delle Marche, unitamente ai dirigenti associativi locali e regionali
dell’U.I.C.I., vivono con crescente preoccupazione i tagli alla spesa pubblica che il parlamento e le
autorità di governo hanno posto in essere in questi mesi relativamente alle agevolazioni fiscali ed ai
servizi che la sanità e gli enti locali sono tenuti ad erogare; e sono ancora di più angosciati dalle misure
relative al settore socioassistenziale che il parlamento sta elaborando nell’esame al progetto di legge
delega N° 4566 nel quale, all’articolo 10 si minaccia di mettere in discussione l’erogazione delle indennità
di accompagnamento sottoponendole ad un limite di reddito e trasferendole per competenza alle Regioni.
Ciò comporterebbe la cancellazione del principio secondo cui tali provvidenze sono concesse “al
solo titolo della minorazione”, in base ai dettami della nostra costituzione la quale prevede che lo stato
rimuova le cause che impediscono l’integrazione sociale dei cittadini in grave difficoltà.

Come ella certamente sa, nei decenni nei quali le indennità di accompagnamento sono state assegnate
prima ai ciechi e poi anche agli altri disabili, esse hanno svolto la funzione di totale supplenza ad una
mancanza quasi assoluta di servizi generalizzata pressoché in tutto il nostro paese.

La nostra associazione pertanto, consapevole del grave rischio a cui i non vedenti ed i disabili tutti
vanno incontro, intende manifestare il proprio dissenso alle misure paventate e, nel caso specifico delle
Marche, essa prevede, per il giorno 13 Dicembre prossimo nell’occasione della Giornata Nazionale del
Cieco, di effettuare un sit-in pacifico in un luogo sito nelle vicinanze della Prefettura di Ancona e di
poter inviare a S E. il Prefetto di Ancona una propria delegazione per la consegna di un documento
destinato al Presidente del Consiglio ed al Ministro degli Interni.

A tale proposito, in qualità di Presidente della sezione di Macerata dell’Unione Italiana dei Ciechi
e degli Ipovedenti, tengo a ringraziarLa, per aver accolto con grande sollecitudine la richiesta di poterLe
illustrare la nostra richiesta.

Faccia fare ricorso all’autorità ed al prestigio dell’Istituzione che Ella rappresenta, per far pervenire alle
Autorità di Governo, anche da codesta Prefettura, questa lettera ed il suo allegato, pienamente condivisa
dalla base associativa.

Accolga comunque i sensi del rispetto che l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti nutre per
l’istituzione che Ella rappresenta ed alla quale si affida affinchè le nostre richieste possano giungere
sicuramente alle Autorità dei Ministeri e del Parlamento.

Con Osservanza.

Il Presidente provinciale
Dr Mirko Montecchiani

Condividi queste informazioni sui tuoi profilo social!