Difendiamo l’indennità di accompagnamento per i ciechi assoluti!

Cari amici,

faccio seguito alle circolari nazionali della Sede Centrale n. 127/2012 e n. 129/2012. per informarvi che il Sottosegretario Maria Cecilia Guerra non ha smentito il contenuto dell’articolo apparso su Repubblica nei giorni scorsi né, pare, abbia intenzione di farlo.

Nell’articolo in oggetto, a firma di Roberto Petrini, si legge quanto segue: “La seconda operazione, forse la più delicata, sarà quella di sottoporre ad una soglia di reddito ISEE prestazioni che oggi sono di carattere universale e totalmente indipendenti dal reddito come gli assegni di accompagnamento per gli invalidi”.

Tutto ciò contrasta con le rassicurazioni che il Presidente Nazionale Tommaso Daniele ha ricevuto da parte dello stesso Sottosegretario e dal Ministro Fornero circa l’intangibilità dell’indennità di accompagnamento che non sarebbe stata sottoposta ad un tetto di reddito, ma concessa solo al titolo della minorazione.

Alla luce di tale situazione, la Direzione Nazionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ha deciso all’unanimità di convocare una manifestazione di protesta da tenersi a Roma, mercoledì 23 maggio.

Il programma prevede di arrivare di fronte a Palazzo Chigi alle ore 10,00 e chiedere che una delegazione dei partecipanti alla manifestazione sia ricevuta dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà, in rappresentanza del Presidente del Consiglio stesso che difficilmente potrà riceverci a causa dei suoi numerosi impegni internazionali. La delegazione chiederà al Sottosegretario un comunicato stampa dal quale dovrà emergere che l’indennità di accompagnamento dei ciechi e degli invalidi civili, nonché di comunicazione dei sordi continuerà ad essere concessa al titolo della minorazione, così come avviene in tutta Europa, essendo considerato un diritto di cittadinanza.

Avverto sin d’ora, a nome dei dirigenti miei superiori, che nella ipotesi che il giorno 23 non dovessimo ricevere i risultati sperati, d’intesa con le altre organizzazioni di disabili aderenti all’iniziativa, dovremo organizzare una resistenza ad oltranza facendo partecipare ogni giorno una folta rappresentanza davanti a Palazzo Chigi in modo da tenere sempre vivo il problema.

L’ufficio di Presidenza e il consiglio di questa Sezione ha deciso di organizzare un pullman per favorire la partecipazione di tutti i soci alla manifestazione. Dunque, sarete presto contattati per maggiori dettagli. In questo periodo di grandi tagli alla spesa pubblica, è seriamente a rischio l’indennità di accompagnamento dei ciechi assoluti, un diritto conquistato dall’Unione Italiana Ciechi con grandi lotte e manifestazioni!

Dunque, nella certezza di vedervi tutti a Roma con la passione e l’entusiasmo di sempre per dare ancora una volta una prova di grande unità associativa, vi abbraccio forte e vi saluto
cordialmente.

Il Presidente
Mirko Montecchiani

Condividi queste informazioni sui tuoi profilo social!